AUGURI RITARDATARI

 

Ok, lo so Bloggini, sono un po’ in ritardo, ma volevo comunque augurarvi un buon natale.

In questi tempi consumistici in cui il Natale ha perso completamente il suo significato, dovremmo tornare ai valori antichi che questa festa simboleggiava: amore per il prossimo, famiglia, l’amore al di sopra del denaro. E quale modo migliore per ricordarcelo se non leggere un bel libro? E secondo me non c’è libro migliore per ricordare gli antichi valori de “Il canto di natale” di Charles Dickens.

La storia parla di un vecchio avaro di nome Ebenezer Scrooge che pensa solo al denaro, infischiandosene dei veri valori del natale, da lui considerato solo un giorno lavorativo come tanti altri. Egli rifiuta di andare a cena dal nipote e da a stento la giornata libera al suo povero e240px-Charles_Dickens-A_Christmas_Carol-Title_page-First_edition_1843.jpg malpagato dipendente Bob Cratchit. Ma la sera della vigilia di natale, tornando alla sua dimora, Scrooge incontra il fantasma del suo vecchio amico e socio, Marley, che a causa della sua avarizia, è costretto a vagare senza meta legato a delle catene per l’eternità. Marley dice all’ex-socio che, se non cambierà, farà la sua stessa fine e gli preannuncia la visita di tre spiriti: quello del Natale passato, quello del natale presente e quello del natale futuro. Mi fermo qui perché non vi voglio preannunciare quello che succede dopo (anche se molto probabilmente molti di voi già lo sanno), comunque vi consiglio di leggerlo anche se avete visto il film, perché il libro sa regalare emozioni immense, molto di più del film.

Buone feste e buona lettura!!!

Marley, prima di tutto, era morto. Niente dubbio su questo. Il registro mortuario portava le firme del prete, del chierico, dell’appaltatore delle pompe funebri e della persona che aveva guidato il mortoro. Scrooge vi aveva apposto la sua: e il nome di Scrooge, su qualunque fogliaccio fosse scritto, valeva tant’oro. Il vecchio Marley era proprio morto per quanto è morto, come diciamo noi, un chiodo di porta.

 

AUGURI RITARDATARIultima modifica: 2010-12-27T21:59:25+00:00da starwillshine
Reposta per primo quest’articolo