Novecento (Alessandro Baricco)

E a volte succede anche questo. Che ti rifiuti per tanto tempo di leggere un autore per una brutta esperienza, poi vieni costretta a leggerlo e scopri un capolavoro. A me è successo così con il libro di Baricco “Novecento”, forse uno dei più belli che abbia mai letto. Narra la storia di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, che, nato su una nave, ha passato tutta la vita là sopra senza mai scendere a terra, e che alla fine, quando questa dovrà essere distrutta, decide di lasciarsi saltare in aria con essa. La sua storia ci viene raccontata dall’amico trombettista, che lo conosce quando Novecento aveva 27 anni. Sinceramente forse qui avrò qualche difficoltà a scrivere i punti, ma mi servono, se non altro per riordinarmi le idee, quindi scusate se saranno un pò disordinati o sconclusionati, ma sono fatta così, scrivo di getto e non mi fermo mai a rileggere. Quindi cominciamo:

-STORIA: originale, fresca e divertente mi ha fatto vedere un mondo che non conoscevo affatto e a cui non ero mai stata avvicinata: il mondo delle navi.

-COINVOLGIMENTO: In alcuni punti si è talmente immedesimati che sembra quasi di avvertire le stesse sensazioni, di sentire gli stessi rumori. Quando Novecento è morto, poi, io non ho potuto fare a meno di mettermi a piangere. Come ho già detto più di una volta, si capisce quanto sia bello un libro quando, appena finito si sente la mancanza dei suoi personaggi: ebbene questo deve essere un autentico capolavoro, perchè io penso che mai nella vita potrò dimenticare le straordinarie emozioni che mi ha fatto vivere Novecento.

-CORTO? Alcuni mi hanno detto, parlando di questo libro ” si è carino, ma è un pò corto”. Ma io non penso che in questo caso “corto” debba considerarsi qualcosa di negativo, perchè come Novecento nel 11_novecento.jpglibro afferma di aver raggiunto la musica perfetta in una sola nota, così io penso che in questo caso Baricco sia riuscito a scrivere il romanzo perfetto in 60 pagine (che poi non è proprio un romanzo, ma un monologo. Comunque il concetto è lo stesso)

-IL PERSONAGGIO: Ed infine, dulcis in fundo, una piccola descrizione del personaggio. A prima vista può sembrare solo un eccentrico musicista. E invece è molto di più: è un uomo che suonando riesce a fare i più grandi viaggi, avvertendo le stesse sensazioni che avvertirebbe se si trovasse realmente in uno di quei luoghi, è colui che è spaventato dal vivere una vita normale, terrorizzato dall’infinito, che piuttosto che vivere i suoi sogni preferisce “incantarli”. Ed io sinceramente penso che queste paure riscontrabili in Novecento siano riscontrabili in ognuno di noi, specie nei giovani, che hanno davanti tutta una vita.

Il mio voto al libro? 10!!! è un libro spettacolare, che penso non dovrebbe mai mancare nella libreria personale di nessuno!! Lascio qui un assaggio del libro;)!! http://www.youtube.com/watch?v=AscWJpy9sCg… Buona lettura!!

Novecento (Alessandro Baricco)ultima modifica: 2012-01-23T21:58:18+00:00da starwillshine
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento