Cose che nessuno sa (Alessandro D’Avenia)

Allora questo è un libro che ho comprato qualche mese fa, ma che non avevo mai avuto il coraggio di leggere per paura di essere delusa, e di dovervi scrivere di una delusione. Chi ha seguito questo blog dall’inizio, saprà che l’autore ha scritto anche “Bianca come il latte, rossa come il sangue”, libro che ha ispirato questo modesto blog.

La storia narra di Margherita, una ragazzina di  14 anni, il cui padre va via da casa, poco prima dell’inizio del liceo. A scuola incontra Marta, una ragazza simpatica che crede nell’oroscopo, un ragazzo dalla storia particolare, e il suo professore di italiano, che la vita per certi versi la conosce meno di lei, perchè l’ha sempre vissuta protetto da quello scudo che sono i libri. Margherita viene aiutata anche dalla straordinaria nonna, dal fratellino Andrea, e dall’Odissea, che la incoraggia a partire alla ricerca del padre.

Ok, lo ammetto, sono incapace di scrivere un riassunto decente: mi scuso, ma non lo riesco proprio a fare. quindi forse è meglio cominciare a scrivere i punti:

-AMORE: Io non sono esattamente quella che si dice un’amante dell’Odissea; sinceramente l’ho sempre analizzata da un punto di vista sociale, anche grazie ai libri della grande storica Eva Cantarella.  Eppure, esattamente come mi era già successo con Vita Nova di Dante, ora mi è entrata sottopelle. Ora ho voglia di leggerla non come uno dei poemi più importanti dell’umanità, ma come la storia di un ragazzino senza padre, di un uomo che tenta di tornare a casa. Insomma, per dirla come la direbbe D’Avenia, non voglio più leggerla ma voglio che mi legga.

-PERSONAGGI:Come ho detto più di una volta, un libro è bello, quando, una volta chiuso, hai nostalgia  dei personaggi. Io qui non è che ne sento la nostalgia, io me ne sono proprio innamorata! Più di una volta oggi mi sono ritrovata a pensare a Giulio, ad essere contenta per lui, come se fosse una persona che conosco. Leggendo del professore, mi ci sono completamente immedesimata, mi sono commossa quando ho letto la sua dichiarazione a Stella (la fidanzata), ho letto l’ultima pagina e ho avuto voglia di ricominciare il libro.

-ADOLESCENZA: Io sono un pò più grande di Margherita (ho 17 anni) però spesso mi ritrovo a provare le stesse sensazioni. Dell’adolescenza scrivono in tanti, ma nessuno è riuscito a parlarne come ne parla questo autore, perchè lui è riuscito, in modo perfetto a capire cosa provo. Questo è un libro che aiuta a crescere, che entra sottopelle e poi non se ne va più. 

-STILE; questo non è uno stile di prosa, questo libro in alcuni punti è pura poesia. Alcune frasi devo cose.jpgtrascriverle, perchè sono troppo belle perchè non ve le dica:

 

“Ma io ti amo.”“Non è vero. Tu sei fermo, e amare è un’altra cosa: è un verbo, un’azione. Non è guardare un film su Paesi lontani, ma andarci davvero, in due: valigie, fusi orari, attese, moltiplicati per due.Asciugamani, spazzolini, letti, moltiplicati per due.Caffè, lacrime, sorrisi, moltiplicati per due. Tutto è raddoppiato.Mentre le fatiche vissute insieme, condivise fianco a fianco, mano nella mano, diventano di uno.”

«Sapete perché i libri hanno le orecchie?» «Per tenere il segno» «No» «E perché allora?» «Perché ci ascoltano e hanno le orecchie proprio in quelle pagine che ci ascoltano di più.»

<<Solo Psiche aveva osato guardare Amore. Ma era rimasta cieca. Forse per questo l’Anima aveva bisogno delle metafore, perchè era cieca di fronte ad Amore. Ma anche quella era una favola… Ora lui voleva andare oltre Psiche e guardare in faccia Amore per carpirne il segreto>>

<<A quattordici anni si piange spesso, di gioia o di dolore non importa. Le lacrime non si distinguono, e la vita è talmente tenera da sciogliersi come cera al fuoco che sbuccia una bambina e scopre una donna>>

Il mio voto al libro è 10. Grazie prof, per questo suo ultimo capolavoro, grazie a lei, ho capito qualcosa di più del mondo e anche di me stessa!!

 

Cose che nessuno sa (Alessandro D’Avenia)ultima modifica: 2012-02-08T16:00:24+00:00da starwillshine
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento