La miliziana (Elsa Osorio)

IL libro di cui vi parlerò oggi, non è solo una bella storia, è una storia vera di questa grande donna dimenticata, purtroppo, dalla storia che è Micaela Etchebéhère (Mika). Combattente nella guerra spagnola, donna di cultura, giornalista, laureata in odontoriatria che TUTTE E TUTTI dovremmo prendere ad esempio per il suo coraggio e per la profonda fedeltà ai suoi ideali. I punti sono:

-PASSIONE; In questo libro ci sono due passioni che la protagonista porta avanti fino alla fine: quella per la sua fede politica e quella per suo marito Hippolyto. Ma sono entrambe passioni mature, che sono cresciute con la protagonista. Lei non accetta la fede comunista a scatola chiusa, essa riflette sui pro e sui contro e cambia pi volte partito e ideologia. E l’amore che ha per Hippo non ha niente a che vedere con il classico amore hollywoodiano, ma è una vera e proprio comunione spirituale che viene completata dalla passione fisica: è un amore che cambia, si trasforma, cresce e affronta mille difficoltà, ma non cade davanti a niente, neanche davanti alla morte di Hippo, perchè, come dice Hippo stesso, “si sono guadagnati il diritto di essere amati”

-PERSONAGGI: molti, veri, e nonostante siano secondari, ci scorrono davanti agli occhi e nonostante abbiano solo un ruolo marginale, sono comunque illuminati dalla luce di Mika.

-STILE; Ha uno stile che ha un che di filmografico con un continuo passare dal narratore interno a un narratore esterno che ci permette sì, di comprendere a pieno la psiche della protagonista tramite i loro stessi pensieri, ma riusciamo comunque ad avere i vantaggi di un narratore onnisciente.

-COMMENTI; i commenti in cui molto spesso l’autrice interrompe la narrazione non cozzano con il racconto in miliziana.jpgsè, ma chiariscono alcuni concetti, “uniscono” due eventi tra loro, e, in generale, risaltano la narrazione

-SALTI TEMPORALI; unica cosa del libro che mi ha lasciato un pò perplesso è che nel libro vi sono dei salti temporali non indifferenti, Però in effetti non è necessariamente un difetto, perchè l’autrice ha portato avanti 2 fasi della vita di Mika contemporaneamente. 

IN conclusione io ho trovato che questo fosse un libro realmente spettacolare che tutti dovreste leggere, non solo per la sua valenza di romanzo storico, non solo perchè ci racconta la storia di una grande donna. ma per la passione politica che ci riesce a trasmettere, e non sto parlando della passione per QUESTA ideologia politica (come penso che abbiate capito, questo blog non ha alcun fine politico), Sto parlando della passione per la propria ideologia (ragionato e non accettato a scatola chiusa) che spinge a voler trasformare il mondo. IL mio voto? 10

La miliziana (Elsa Osorio)ultima modifica: 2012-05-06T22:19:00+00:00da starwillshine
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento